Sulla tavola degli italiani il pane non può mancare. Sapete che il pane è uno degli alimenti, insieme al caffè sui quali esiste il maggiore margine di guadagno?
Fare il pane richiede tempo, passione e lavoro. Ma per fortuna sono state inventate le macchine del pane. La uso da ormai da molti anni e non ho mai più comprato pane industriale.

  • Cenni storici

    Il pane più antico di cui si abbia certezza risale circa al 12000 a.C. ed è stato ritrovato in Giordania: veniva preparato macinando fra due pietre una miscela di cereali e mescolandola con acqua. L’impasto finale veniva cotto su una pietra rovente.

    Intorno al 3500 a.C. gli Egizi scoprirono la fermentazione, con cui un impasto lasciato all’aria veniva cotto il giorno dopo; ne risultava un pane più soffice e fragrante. Per gli Egizi il pane non era solo una fonte di cibo ma anche di ricchezza.

    Gli Ebrei mangiano pane azzimo, “Matzah”, in occasione della commemorazione dell’esodo dall’Egitto: l’uso del pane non lievitato è simbolo dell’accingersi a intraprendere il viaggio, data la rapidità della preparazione e l’ottima possibilità di conservazione di tale tipo di pane.

    In ricordo dell’Ultima cena di Gesù Cristo il pane azzimo, sotto forma di ostie, viene utilizzato nell’Eucaristia da alcune confessioni cristiane (cattolici di rito latino, luterani), mentre altre Chiese (riformate, ortodosse, etc.) utilizzano pane lievitato.

    Dall’Egitto l’arte della panificazione passò in Grecia. I greci divennero ottimi panificatori, ne producevano più di 70 qualità. Aggiunsero alle ricette di base ingredienti come: latte, olio, formaggio, erbe aromatiche e miele. Furono anche i primi a preparare il pane di notte. Un tempo nelle campagne ogni famiglia o gruppo di famiglie faceva il pane in casa.

Il pane fatto in casa

Il pane fatto in casa è una delizia i cui ingredienti sono chiari e li decidete voi. Basterà farina (del tipo che preferite), olio, lievito, sale e acqua per ottenere la vostra forma di pane genuina e che dura alcuni giorni (a differenza del pane acquistato al supermercato, che il giorno dopo è talmente duro da dover essere buttato via).

Perchè dunque regalarsi o regalare una macchina del pane? Perchè fa tutto lei. Consuma pochissimo ed è facile da pulire. Ed è un’ottima idea regalo utile!
E attenzione: con una macchina del pane diventa facilissimo ottenere impasti perfetti anche per dolci, pizza e impasti particolari tipo la pasta frolla per le crostate!

Potrei raccontarvi delle marmellate che ho fatto con la mia macchina del pane… o delle pizze identiche a quelle della pizzeria che impasto prima con la macchina del pane e successivamente cuocio nel forno per pizza (di cui vi parlo in questo articolo).

La mia macchina del pane

Ho cambiato alcune macchine del pane nel corso di questi anni (non perchè si siano rotte ma per avere un modello migliore). Iniziamo dalla macchina del pane con cui mi sono trovato meglio in assoluto. I suoi punti di forza sono le doppie lame per impasto che fanno si che risulti molto più omogeneo rispetto alle macchine con una sola elica.
Altro punto di forza è indubbiamente il cestello che da la possibilità di fare le baguette.

Offerta
Moulinex OW6101 Home Bread Baguette Macchina del Pane con 16 Programmi Preimpostati, Capacità Extra fino a 1.5 kg,1650 W, 3 velocità, Bianco
  • Potenza: 1650 W
  • Capacità fino a 1500 g
  • 16 programmi preimpostati
  • Tre livelli di doratura
  • Contenitore antiaderente e amovibile

Altre macchine del pane

Altre macchine del pane molto valide sono quelle del confronto a seguire. Come potrete notare anche i prezzi sono diversi, in base alle funzioni della macchina.